La strettoia, il nuovo libro di Paolo Vicchiarello e Gianluca De Filio

La strettoia, il nuovo libro di Paolo Vicchiarello e Gianluca De Filio

E’ un piacere per me dare spazio nel mio piccolo a due professionisti che stimo e che hanno fondato un canale interessante per gli amanti dei regolamenti parlamentari e dei “dittonghi” della politica: Professione Parlamento.

Oggi vi voglio parlare della loro seconda creazione letteraria, il libro La strettoia, la copertura finanziaria come strumento di contenimento dell’attività legislativa di iniziativa parlamentare di Jovene Editore. Ve ne parlo con le parole degli stessi autori sui social:

E niente, con Gianluca De Filio abbiamo fatto il bis e dopo Il Parlamento. Per tutti. vi presento La strettoia. Ad essere sinceri quando abbiamo pensato di scrivere un saggio su come la Ragioneria generale dello Stato influenzi l’iter legislativo, prendendo alcuni casi studio della XVII legislatura, il dipartimento del Mef non godeva della fama di cui gode oggi. Possiamo ritenerci fortunati…o no?! (Praticamente metà della pubblicità ce l’hanno fatta dal Governo 😂). Ancora una volta ringrazio Daniela De Stradis per avermi sopportato nei mesi passati e soprattutto per aver provato a condividere in corso d’opera le “strabilianti” avventure delle tredici proposte di legge che abbiamo analizzato nel libro.#LaStrettoia #XVII #Rgs

PAOLO VICCHIARELLO

Della sua pubblicazione ha già dato notizia Paolo Vicchiarello ma ora che fisicamente ce l’ho tra le mani non possono non scrivere qualcosa anch’io.
Questo libro, con tutti i suoi limiti, è frutto del lavoro e della passione per l’ attività che svolgo/svolgiamo.
E’ la conseguenza inevitabile dei corsi iniziati per scherzo e poi consolidatisi, in cui ci sono tante persone come te, colleghi, che ti fanno un apertura di credito tale da venire a perdere tempo ed anche pagare qualche soldo, per ascoltare quello che tu pensi di aver appreso in questi anni a livello pratico.
Per cercare di offrire sempre il meglio cerchi di approfondire e sistematizzare sempre di più e nel farlo scopri nuovi percorsi che suscitano la tua curiosita e sui quali decidi di cimentarti.
Uno di questi percorsi, sotto forma di una proposta di legge in materia di barriere architettoniche bloccata per tre anni in attesa di una relazione tecnica inutile ha portato a questo libro, scritto di sera a casa sul finire della scorsa legislatura.
Un libro che non è un’opera di dottrina, ma che cerca di provare a semplificare e divulgare temi fondamentali quanto tecnici dell’attività parlamentare, che non è cosa per pochi ma ci riguarda tutti in quanto cittadini.
Ma proprio perchè questo libro è frutto del lavoro, allora un ringraziamento sento di doverlo ai miei datori di lavori almeno degli ultimi quindici anni. Un grazie a Silvana Mura che mi ha insegnato cosa significhi il lavoro e con la quale dalla comunicazione sono passato ad occuparmi (e appassionarmi) di questioni tecniche. Un grazie a Emanuele Cozzolino che mi ha ha dato fiducia quando nessuno sembrava volermela dare ( e con il quale sono in debito). Un grazie al gruppo articolo1-Mdp e a chi, da presidente, firmò materialmente la mia assunzione Francesco Laforgia, perchè proprio in quel periodo, seguendo la commissione ambiente mi imbattei nella proposta di legge di cui sopra da cui nacque l’idea. Un grazie ovviamente al capo attuale Mirella Liuzzi che mi consente di continure a fare questo lavoro.
Un grazie ovviamente a Maria Federica Valentini, Annamaria e Teo, ai quali sottraggo tempo per seguire una passione che a loro e soprattutto a me stesso spaccio per lavoro.

GIANLUCA DE FILIO

Quindi che dire? Compratelo! E se non l’avete letto vi consiglio anche la loro prima opera: Il Parlamento. Per tutti.

Commenti

commenti